SEBASTIEN ROCHE

Sébastien Roche é un artista autodidatta francese, nato a Lille nel 1971. Nel 2005 inizia con le prime esposizioni e dal 2012, espone in Francia e in altri paese europei, principalmente in fiere d'arte contemporanea e nelle maggiori gallerie.

Fin dall'infanzia Sébastien é stato indirizzato all'arte grazie al nonno che fu un famoso pastellista.  Malgrado ciò, solo tardivamente Roche ha deciso di intraprendere in modo più concreto la sua carriera artistica.
E' con la sua serie « Sans Visages » (Senza Volto) che Roche si impone nello scenario artistico contemporaneo. I suoi ritratti hanno come caratteristica principale l'assenza del volto. Nella prima serie sono molto stilizzati e riprodotti in grande numero e gli hanno permesso di trattare principalmente temi sull'individuo e del suo posto nella società. Nella seconda serie Roche si avvicina di più al figurativo e riesce a distaccarsi dalla coerenza dei suoi personaggi, aprendosi alla possibilità di cambiare i temi trattati.
Dal 2016, lo scopo principale di Roche é di suscitare l'immaginazione di chi guarda le sue opere.
Nella serie « Taken At Central », infatti, i nomi accompagnano i suoi personaggi e, malgrado la precisione della loro identità, rimangono oggi anonimi, spariti da un secolo e dal tempo che passa. In realtà, le sue tele si ispirano ai «mug shots» (foto segnaletiche) di un posto di polizia a Sidney negli anni 20.

 

Standing woman
Standing woman

Olio e inchiostro su tela 50x150 cm 2020

press to zoom
Young woman sitting
Young woman sitting

Olio e inchiostro su tela 100x120 cm 2020

press to zoom
Le vieux
Le vieux

Olio e inchiostro su tela 50x150 cm 2020

press to zoom
Roche The Twenties II acrilico e inchiostro su tela
Roche The Twenties II acrilico e inchiostro su tela
press to zoom
Fletcher
Fletcher

acrilico e inchiostro su tela 116 x 81 cm

press to zoom
TAC XXVII - 75 Leadlights
TAC XXVII - 75 Leadlights

acrilico e inchiostro su tela 130 x 89 cm

press to zoom

Acrilico ed inchiostro su tela 100x81 cm

press to zoom
Schmidt
Schmidt

Acrilico ed inchiostro su tela 116x89 cm

press to zoom
TAC XXVI - Campbell
TAC XXVI - Campbell

Acrilico ed inchiostro su tela 162x97 cm

press to zoom
Man-on-balloon2white-edition-vittorio-iavazzo-4-drawings.jpeg

VITTORIO IAVAZZO

Vittorio Iavazzo nasce nel 1991 a Napoli. Nel 2010, spinto dalla forte passione per il disegno, si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Napoli. Dove consegue nel 2014 la laurea triennale in illustrazione e poi nel 2016, la specialistica in grafica d’arte.

Durante gli anni di studio oltre ad approfondire le tecniche grafiche, collabora attivamente con varie officine e laboratori creativi nel napoletano occupandosi soprattutto di scultura per istallazioni scenografiche, pubblicitarie e religiose, dandogli modo di conoscere e sperimentare tecniche antiche e moderne: dalla tradizionale cartapesta a le resine poliuretaniche.

A Gennaio 2017, grazie al progetto “Giovani artisti” sostenuto dalla Fondazione Mario Moderni, tiene la sua prima mostra personale “Outcast” a Roma. A settembre 2017 è coinvolto nei lavori di ristrutturazione della scuola del Balletto di Roma Centro Danza, dove installa permanentemente  dieci grandi dipinti monumentali.

Dal 2018 è rappresentato dalla galleria RvB Arts di Roma.

Le sue opere in cartapesta sono apprezzate e collezionate oltre che in Italia anche in: Baharain, Belgio, California, Canada, Costarica, Danimarca, Francia, San Marino, Spagna e Svizzera.